newsletterDove, come, quando
 

 

 

 

Venerdì 7 dicembre, Mario Dal Bello hapresentato il libro "La Bibbia di Caravaggio". Una serata in compagnia di alcuni dipinti di Caravaggio per coglierne la bellezza e i significati più profondi. Ad esempio, meravigliosa la "Chiamata di Matteo" nella quale si nota la figura di Pietro (accanto a Gesù), simbolo della Chiesa, attraverso la quale si incontra il Signore. Nel corso della serata, l'attrice

Anita Kravos ha letto alcuni passi del testo di Dal Bello rilevando lo spessore e la ricchezza di tali brani.

Venerdì 30 novembre, Pino Petruzzelli ha presentato il libro "Gli ultimi", sottolineando che la dignità viene prima di tutto. A volte gli ultimi provocano, a volte possono disturbare, ma è la loro semplicità che può dar fastidio. La semplicità è una dote difficile da conquistare, diceva Chaplin. Petruzzelli ha presentato, in un viaggio lungo dieci anni, incontri sorprendenti come ad esempio quello con uno degli ultimi beduini che ancora vivono nel deserto del Negev, o con Zeidan, muratore palestinese che si è guadagnato da vivere costruendo il muro della vergogna che separa Israele dai Territori palestinesi.

Venerdì 16 novembre 2012, Mons. Giovanni D'Ercole, Vescovo Ausiliare dell'Aquila ha presentato il libro “Nulla andrà perduto”. Nel racconto dei giorni drammatici del terremoto del 2009, intrecciato alla propria esperienza di uomo e di pastore, D’Ercole scorge nel terremoto dell’Aquila una metafora del disfacimento spirituale e morale della società italiana e si sente impegnato da credente ad annunciare che si può credere nella speranza, sempre. Partendo dalla mail di una ragazza che si interrogava sul senso della vita, mail che apre il libro di Mons. D'Ercole, egli ha presentato con un ampio excursus la sua esperienza personale sottolineando nella propria vita l'importanza degli incontri con le persone e il dono di avere occhi che scorgono il positivo, i germi di speranza anche lì dove tutto sembra finito.

Sabato 10 novembre, il Prof. Giovanni Ambrosino ha presentato il libro "Ospiti della vita?". Il Professore, seguito da un pubblico attento ed interessato, ha approfondito questa domanda, interrogando i presenti se l'uomo è ospite o proprietario della vita. Chirurgo di fama internazionale, ha esposto la sua esperienza personale sempre in bilico, senza mai oltrepassarla, sulla linea sottile che separa il coinvolgimento personale dalla lucidità professionale. Nella seconda parte della serata, il Prof. Ambrosino ha presentato anche un secondo testo dal titolo: "La verità sul veleno dello scorpione cubano". Le ultime ricerche in questo campo e le scoperte conseguenti.


attività | associazione | Papa Luciani | link